Carmen

di Luana Troncanetti

Carmen ha qualcosa di magico e non mi riferisco alla qualità letteraria, questo aspetto non sta di sicuro a me stabilirlo. Dei giurati lo hanno ritenuto un testo meritevole, il loro apprezzamento mi ha riempito di gioia ma la sua particolarità non è questa. Scritto in appena un’ora, riletto il giorno successivo, spedito alla segreteria di un prestigioso concorso, il risultato è stata la vittoria nella sezione racconti lunghi del premio letterario nazionale Donna sopra le righe. Due mesi dopo è arrivata una menzione d’onore dal Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti.

Piccoli miracoli, così li considero io.

Ma la mia ragazzina con le labbra d’albicocca mi ha regalato qualcosa di molto più importante: la possibilità di fare qualcosa di utile con la mia scrittura, non mi era mai capitato prima dello scorso ottobre. L’inclusione fra gli ospiti del Fil rouge – Passione per la vita, per esempio, gli introiti di quella serata sono serviti a istruire personale specializzato all’assistenza dei malati terminali presso un Hospice di Eboli.

Carmen mi ha donato parecchie altre cose, l'ho raccontato in apertura e chiusura di questo libriccino di appena cinquanta pagine in cui non esistono protagonisti ma una coralità di persone legate dalla stessa esperienza. Nella prefazione avrei voluto parlarvi di due donne che stimo profondamente ma ho preferito che fossero loro due, Pinuccia Musumeci e Mimma Panaccione (presidentesse delle Onlus), a raccontarvi della loro lotta quotidiana contro il bastardo - come lo chiamo io - e non brutto male, come lo chiamano l’ipocrisia e il timore.  

Tutti i proventi di questa pubblicazione verranno devoluti a sostegno di Iosempredonna, impegnata nella diffusione di informazioni corrette e aggiornate sul tumore del seno e dell' Associazione Italiana Tumore al Seno Metastatico - Noi ci siamo  , che combatte per accendere i riflettori sugli oltre trentamila malati metastatici in Italia. 

Il link di acquisto è questo.

Il mio sorriso più ampio e un ringraziamento anticipato per quanti vorranno leggerci.


 

Pubblicato venerdì 24 febbraio 2017

PAROLE CHIAVE: Amore, Racconti