Georges de La Tour - Giocatori di dadi, 1650-1651, olio su tela

di Art Breath

Oggi vi proponiamo Georges de La Tour, uno dei pittori più rappresentativi del '600 francese. Esponente di un naturalismo che lo rese noto e che induce la critica a considerarlo uno dei prosecutori più eccelsi della scuola caravaggesca, nacque a Vic-sur-Seille, nella Lorena, nel 1593. La sua formazione artistica è dubbia, probabilmente presso Jacques Bellange e non si può nemmeno essere sicuri che Georges abbia visto con i suoi occhi opere di Caravaggio. Alcune delle sue opere sono andate perdute durante l'incendio del 1638 a Lunèville, dove il pittore si trasferì dopo aver sposato Diane Le Nerf nel 1617. Da questo momento si trasferirà con la famiglia numerosa a Parigi e qui risiederà nelle Gallerie del Louvre e sarà nominato "Pittore ordinario del Re". Georges de la Tour si spegne il 30 gennaio 1652 a Lunèville a causa di epidemia di pleurite.
I quadri di Georges de La Tour vengono ricordati per il forte naturalismo che ritrae immagini colpite dal piacevole contrasto tra luce o ombra. 
L'opera: Giocatori di dadi, 1650-1651, olio su tela, 92,2x130,5 cm, Teesside Museum, Middlesbrough.

Pubblicato mercoledì 25 luglio 2012