L'arte della guerra di Sun Tzu nella vita quotidiana - Bruno Ballardini

di Carmine Monaco

 

«La vita è una guerra», «la politica è un campo di battaglia», «per vincere in affari, in amore e in guerra, non bisogna farsi scrupoli». Chi non ha mai sentito pronunciare frasi del genere, che rispecchiano la mentalità di una società che si esprime quasi esclusivamente attraverso lo scontro tra le parti, quale è la nostra? La società occidentale ha, infatti, una visione del conflitto basata essenzialmente sul modello enunciato da Carl von Clausewitz per il quale la guerra è «un atto di violenza con lo scopo di imporre all’avversario la nostra volontà», che può essere una volta l’affermazione del nazifascismo, poi quella della liberazione dal nazifascismo, poi l’affermazione della democrazia e così via. Può sembrare una contraddizione in termini, ma L’Arte della Guerra di Sun Tzu (V sec. A.C.) ci insegna a gestire il conflitto e soprattutto a trovare il modo per evitarlo. Certo, si tratta di un testo che parla di guerra convenzionale tra eserciti, ma la filosofia che lo ispira è il Taoismo e il suo obiettivo è anche quello di ristabilire l’armonia e l’ordine delle cose. Fare la guerra non conviene a nessuno, perché tutti hanno qualcosa da perdere, e quando si giunge alla violenza ormai è tardi. L’arte cinese della strategia agisce sullo scenario complessivo, non direttamente sull’avversario, e giunge alla sua piena realizzazione quando la vittoria ristabilisce un equilibrio. Ma non è una filosofia perdente, ha solo un concetto più ampio di “vittoria”. Fa di tutto per evitare lo scontro, quindi, ma quando questo è inevitabile, prepara la vittoria in anticipo. Perché «un esercito vittorioso si è assicurato la vittoria prima ancora di dare battaglia», e allora il successo accadrà in modo naturale e spontaneo.

Bruno Ballardini, uno dei più accreditati strateghi italiani di marketing, esperto di filosofie orientali, filtra l'antica sapienza di Sun Tzu e ne realizza un affascinante percorso di attualizzazione pratica, per vincere sui "campi di battaglia" della vita di ogni giorno grazie a uno dei più diffusi trattati di strategia militare e gestione dei conflitti, che dimostra ancora oggi tutta la sua validità al di fuori dell'ambito bellico. Nel corso dei secoli il trattato è diventato un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono affermarsi in ogni contesto. L'essenzialità del messaggio lo ha reso un longseller di culto per chiunque voglia raggiungere un obiettivo nella vita e nel lavoro: dal manager al creativo, dallo sportivo al seduttore. Il manuale viene qui applicato alla vita quotidiana e alla modernità, e ci insegna ad adottare le migliori tattiche nel rapporto con se stessi e con gli altri, nell'ambiente familiare e sociale, nel mondo del lavoro e degli affari, nelle nuove forme di comunicazione massmediale, nei saperi, nelle arti e nel futuro che verrà.

«Se vuoi la pace preparati alla guerra» dicevano gli antichi e Sun Tzu non si smentisce, aiutandoci ad affrontare le quotidiane battaglie con le persone che incontriamo, con i colleghi di lavoro, i business partner, la banca, e spronandoci anzitutto a vincere il più acerrimo nemico interiore: la paura. Il testo integrale di Sun Tzu, L'arte della guerra, viene proposto in appendice nella traduzione dello stesso Bruno Ballardini.

 

  • Edizione: I Edizione
  • Anno: 2013
  • Pagine: 192
  • ISBN: 978-88-566-2855-5